Ftse mib e forex: strategia vincente per il 2016

giovani traderLa scalata al successo del trading online è merito di tantissimi fattori, strumentali e commerciali, capaci di conquistare il cuore (e i portafogli) di una vastissima platea di trader e aspiranti tali. Avere la possibilità di ottenere un guadagno finanziario di una certa consistenza attraverso pochissime mosse fa gola a chiunque, anche perché permette di abbinare un’entrata alternativa a quello che è il reddito mensile netto percepito attraverso un lavoro di qualunque genere. Una simile prospettiva si presenta come un traguardo a dir poco appetibile; tuttavia, è bene ricordare che un trading online senza capo né coda può condurre ad esiti a dir poco nefasti.

Una delle aree maggiormente utilizzate è quella legata ai mercati azionari (per quel che riguarda l’Italia il Ftse Mib) e il mercato del Forex, un ambito valutario in cui predominano gli accoppiamenti tra diverse valute estere, opportunamente selezionate in base al loro peso specifico all’interno delle dinamiche dei principali poli di interesse dell’economia globale. Grazie ad un lavoro di comprensione tecnica e analitica, volta ad accertare il potere di acquisto o di vendita di una moneta piuttosto che un’altra, il trader può puntare ad un guadagno ricavabile mediante un apposito margine speculativo, coacervo finanziario di elementi come supporti, pips e resistenze ad alto rendimento.

Al fine di ottenere una buona inerzia finanziaria nell’arco di più mesi solari, si può propendere per una strategia che prende in esame le valute estere contemplate dal cosiddetto G10: dollaro statunitense, euro, yen, sterlina, franco svizzero, dollaro australiano, dollaro neozelandese, dollaro canadese, corona norvegese, corona svedese. Questo tipo di approccio Forex fornisce, ad un primo acchito, la possibilità di variare senza soluzioni di continuità, a patto però che si sia altamente responsabili in quello che si fa e che non si tralasci l’approfondimento continuo dei relativi trend merceologici. Insomma, un’attività remunerativa cui necessita un’elevata dose di impegno e sacrificio economico.

I dati più sorprendenti sono stati registrati da Australia e Svezia, mentre la Norvegia mostra un tasso di inflazione al di sopra delle aspettative. La chiave di volta per un guadagno continuo consiste nell’investimento in posizioni di acquisto basse che, a loro volta, verranno prelevate dalle banche per via di un grado di rischio inferiore alla norma.

Per quel che riguarda il nostro indice azionario, invece, dobbiamo segnalare i titoli del comparto bancario, sempre più sotto pressione dalla forte speculazione. Per monitorare l’andamento dei vari titoli ti consiglio di guardare http://www.ftsemib.com/, il sito di riferimento su Ftse Mib e mercati finanziari in genere.