Significato dei tarocchi, come capirlo

cartomanziaUn mondo sicuramente affascinante e che non tutti conoscono è certamente quello dei tarocchi. Cosa si nasconde dietro a a questa particolare disciplina? Come si può capire il significato di tutte le varie carte? Per rispondere a questa domanda dobbiamo subito partire dal presupposto che i tarocchi sono costituiti da un mazzo di 78 lame, che a loro volta sono divise in Arcani Maggiori e Arcani Minori. Ma non è finita qui: questi due Arcani sono poi divisi rispettivamente in 22 e 56 carte, con quest’ultime separate in quattro gruppi che rappresentano i quattro semi della carte classiche.

Ogni carta ovviamente ha un significato particolare, che può cambiare in base alle diverse situazioni e la capacità di ciascun cartomante è quella di avere l’abilità giusta per comprendere e spiegare ogni tipo di simbolo in base proprio alla situazione e alla persona che ha richiesto la lettura delle carte (e alla metodologia scelta, come per esempio con il metodo delle date di nascita).

In genere, le carte che compongono gli Arcani Maggiori sono ritenuti quelli più importanti e più utili, perchè sono in grado di rivelare qualcosa che riguarda la vita di una persona. Ogni immagine o simbolo ha un particolare tipo di caratteristica o aggettivo e sta quindi al cartomante riuscire a mettere insieme tutti i vari elementi per poter interpretare al meglio ciò che le carte vogliono rappresentare.

Può risultare complicato, invece, riuscire a interpretare la combinazione dei tarocchi che compongono gli Arcani Maggiori. Il motivo? Perchè non è facile riuscire a ricavare il significato che si cela dietro a carte che possono risultare molto differenti tra di loro.

Gli Arcani Maggiori sono carte in cui solitamente sono rappresentate figure mitologiche, di animali e anche di umani e in particolare sono: il Mago, la Sacerdotessa, l’Imperatrice, l’Imperatore, il Sommo Sacerdote (o il Papa), gli Innamorati, il Carro, la Giustizia, l’Eremita, la Ruota della Fortuna, la Forza, l’Impiccato, la Morte, la Temperanza, il Diavolo, la Torre , la Stella, la Luna, il Sole, il Giudizio, il Mondo e il Matto.

Attraverso questi Arcani Maggiori è possibile anche calcolare l’arcano personale, attraverso l’utilizzo della propria data di nascita: vengono calcolati i diversi numeri che formano appunto la data, in modo tale da arrivare ad un numero finale compreso tra 1 e 22. Questa cifra è, per l’appunto, l’arcano personale.

Gli Arcani Minori, invece, come scritto in precedenza, sono suddivisi in quattro gruppi, che rappresentano i quattro tipi di semi che costituiscono le carte tradizionali: spade, bastoni, denari e coppe. Ciascuno di questi gruppi è formato da 14 carte, di cui dieci sono i numeri e quattro le figure, ovvero Cavaliere, Fante, Re e Regina. A differenza degli Arcani Maggiori, quelli Minori permettono di venire a conoscenza di informazioni e consigli per il proprio destino. Ma gli Arcani Minori sono composte da talmente tante carte che possono assumere diversi tipi di sfumature.