Trading: in agenda la riunione della Fed

giovani traderA chi si occupa di trading online questa settimana dovrà fare i conti con un gran quantitativo di dati macroeconomici e con i risultati della riunione della Fed. In settimana, infatti, si riunisce il board della Fed per la prima volta dopo l’aumento dei tassi di interesse. Viste le tensioni di borsa di questo primo mese dell’anno, però, gli analisti non si aspettano un ulteriore aumento dei tassi che, al contrario, dovrebbe essere deciso nella prossima riunione di Marzo.

Massima cautela,quindi, anche da parte della Yellen dopo che anche Mario Draghi, nella conferenza della scorsa settimana si è dimostrato molto accomandante nei confronti degli investitori internazionali.

Secondo il sito tradingonlineopinioni.com sarà una settimana molto importante dal punto di vista operativo, per capire quale direzione vorranno prendere i mercati finanziari.  Piazza Affari è ancora in calo dell’11% da inizio anno, nonostante gli ultimi 2 giorni la piazza italiana abbia chiuso con il segno +.

Ottime opportunità di trading potrebbero arrivare anche dal cambio euro dollaro e dal petrolio che si è riportato sopra quota 30 dollari al barile, in netta ripresa rispetto alle ultime quotazioni. Ovviamente, per quel che riguarda il greggio, la situazione rimane sempre molto delicata e non è detto che venga meno la possiblità di arrivare al target dato da molti analisti, ossia i 20 dollari al barile.

Quel target, però, deve essere inteso come un alert per chi fa trading online. Qualora fosse toccato quel livello metterebbe in seria difficoltà moltissime economia che basano la propria esistenza proprio sul petrolio. L’Arabia Saudita, per esempio, continua a perdere miliardi di dollari ogni mese che stanno andando ad intaccare le riserve di liquidità del paese.

Ovviamente i risvolti di un petrolio a 20 dollari al barile potrebbero far nascere nuove opportunità di trading che permettano di approfittare e di cavalcare la speculazione e guadagnare molti soldi s fronte di un rischio comunque gestibile. Da tenere d’occhio anche la Cina. Il paese è fortemente a rischio per via della scarsa crescita dovuta al deterioramento del contesto internazionale.

Ci sono molti analisti pronti a scommettere su una prossima nuova svalutazione dello yuan. Per chi fa trading, quindi, si prospetta un mese di Febbraio davvero molto ricco di appuntamenti importanti da monitorare con attenzione per riuscire ad approfittare delle opportunità che il mercato saprà offrirci.