Prestiti cessione quinto a Napoli: come richiederli

I prestiti con cessione del quinto sono dei finanziamenti personali non finalizzati caratterizzati da un rimborso a rate costanti il cui importo non può andare oltre un quinto dello stipendio o della pensione netta mensile; è un prestito riservato ai lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato e ai pensionati perché le rate vengono versate direttamente dalle amministrazioni di competenza (istituto previdenziale o datore di lavoro); vediamo come richiedere un prestito con cessione del quinto a Napoli.

Come trovare i migliori finanziamenti a Napoli

La prima cosa da fare è individuare quali sono le banche e le finanziarie con cui è possibile sottoscrivere prestiti con cessione del quinto a Napoli; grazie al web questa operazione è molto più veloce rispetto al passato: basta fare una semplice ricerca su Google per ottenere una lista degli istituti che trattano questo prodotto nella città campana. Molte finanziarie permettono di calcolare i preventivi direttamente tramite il loro sito, ma è possibile anche utilizzare i siti comparatori per fare un confronto tra le varie soluzioni proposte.

Come richiedere i prestiti con cessione del quinto

Per richiedere un prestito con cessione del quinto bisogna attraversare una procedura che prevede diversi passaggi, magari aiutandosi con siti internet specializzati sulla cessione del quinto (vedi http://www.cessionedelquintok.com ad esempio) e forum online. Dopo aver individuato l’istituto erogante che offre le condizioni più vantaggiose, il lavoratore o il dipendente deve richiedere all’amministrazione della propria azienda il certificato di stipendio: questo documento riporta la retribuzione lorda e netta, il TFR maturato, la data di assunzione e le eventuali trattenute già presenti sullo stipendio; i pensionati devono invece richiedere al loro ente previdenziale il documento di comunicazione di quota cedibile. Bisogna poi procurarsi tutta l’altra documentazione necessaria (ultima busta paga o cedolino della pensione ed eventualmente una copia della CU, un documento di identità e il codice fiscale). A questo punto bisognerà compilare e firmare tutte le scartoffie precontrattuali, in attesa che arrivi il benestare dell’azienda o dell’istituto previdenziale, che dopo aver ricevuto la notifica del contratto si devono formalmente impegnare a pagare puntualmente le rate del finanziamento. Chi richiede il prestito con cessione del quinto deve anche firmare una delega a favore del datore di lavoro, autorizzandolo a prelevare ogni mese dallo stipendio la cifra necessaria per il pagamento delle rate.

Il richiedente deve anche sottoscrivere un’assicurazione sulla vita e sull’impiego, in modo che la finanziaria sia tutelata e possa rivalersi sul TFR cumulato in caso di mancato pagamento. Rispetto ai normali prestiti personali, il finanziamento con cessione del quinto risulta essere più semplice e veloce da ottenere e nella maggior parte dei casi è anche più conveniente. Di norma poi i finanziamenti personali hanno un importo massimo di 30.000 euro, mentre con la cessione del quinto la somma che può essere richiesta è più elevata, e dipende dall’importo della stipendio o pensione, dal TFR cumulato e dagli anni di anzianità lavorativa.